Pioggia e altri spettri…

by Marco on apr.26, 2011, under Cronache


Cover di "Uomini e spettri"In questo momento di pausa, mi fa piacere pubblicizzare questa raccolta di racconti dal titolo abbastanza eloquente (e vagamente steinbeckiano): Uomini e spettri.
Come è facile intuire si tratta di dieci storie di fantasmi, e tra gli autori, ovviamente, ci sono io con Pioggia.

Pioggia è un racconto che avrebbe dovuto far parte di Valneve, ma che poi il caso ha dirottato verso la BAE edizioni, perciò volendo, siamo ancora nel tema di questo blog. Non solo, Pioggia è un racconto molto particolare. Intanto perché è un racconto che mi è sempre piaciuto (e non è che mi capiti spesso con i miei scritti), ma soprattutto perché è legato a un ricordo piacevole e a uno molto spiacevole. Ma state tranquilli, non ve ne parlerò mai.

Se non vi basta, aggiungerei che il volume (curato da Alex Visani, autore anche della prefazione) è di buona fattura ed è illustrato all’interno; e che conosco molto bene (e stimo) ben sei dei restanti nove autori.

Gli autori e i racconti:
Una madre e una figlia di Antonino Alessandro, Pioggia di Marco Caudullo, Legami di Simone Corà, Il buio è dentro di me di Daniele Picciuti, Quando ritornano di Matteo Poropat, Presto, molto presto di Floriana Niobe Puccini, I cuori di Flora di Francesco Rago, Il volo delle falene di Nicola Roserba, Lucifero in provetta di Francesco Stefanacci, La bella lavanderina di Andrea Viscusi.

Dal sito Internet di BAE Edizioni:
Non una raccolta di “racconti” ma di “fantasmi”. Ma sarebbe limitante circoscrivere un fantasma a una manciata di stilemi e i giovani scrittori presenti in quest’antologia sono tutto fuorché “limitati”. Bisogna, quindi, esser pronti ad affrontare gli spettri nell’accezione più ampia e ineffabile del termine. Con lo scorrere delle pagine il lettore percorrerà un viaggio nel lato oscuro della realtà e scoprirà come i fantasmi si annidino nei rimorsi, nelle incertezze, nelle nostre paure, nella violenza della strada o in quella silenziosa e strisciante della psiche di ognuno.

Per finire, se vi va, date un’occhiata al booktrailer:
Booktrailer di Uomini e spettri

Leave a Comment more...

Valneve… a Valneve!

by Marco on mar.22, 2011, under Valneve e dintorni


presentazione-biellaRicordate due post più sotto? La presentazione a Biella? Bene, riavvolgiamo il nastro al 10 marzo: Valneve a Valneve, dunque. E come iniziare pertanto il pomeriggio se non con un piccolo giallo?

Al nostro arrivo la biblioteca è chiusa. C’è un cartello a indicare che per quel giorno, la biblioteca non aprirà. Solo qualche minuto di panico e un paio di telefonate, per capire che in realtà la direttrice mi aspetta dentro. Sospiro di sollievo.

Le prime persone intanto cominciano timidamente ad arrivare, anche loro straniti dal portone sigillato. Il relatore mi chiama per chiedermi di attenderlo qualche minuto, mia moglie idem, e intanto la biblioteca, che nel frattempo ha aperto i battenti, si riempie.

Quando tutti sono dentro, è davvero un bel vedere: la sala è piena, non ci sono più posti a sedere. Biella non è certo la mia città natale, eppure mi sento un po’ come in famiglia, ci sono quasi tutti i miei colleghi, dirigenti inclusi (piacevolmente sorpresi, a quanto pare, dalla novità), e un paio di amici venuti a curiosare. Tra la folla scorgo pure qualche volto sconosciuto. E quando meno me l’aspetto, arriva pure il Prefetto della provincia di Biella, il dott. Pasquale Manzo, con la simpaticissima moglie Marcella. Adesso sì, sono un po’ agitato, anche se cerco di dissimulare.

La dott.ssa Patrizia Bellardone, la direttrice, ci presenta: me, ovviamente; il relatore, Marco Conti, nome noto in loco nel campo del giornalismo e della scrittura; e il lettore, Gianni Dellara, attore della compagnia teatrale A.R.S. Teatrandi. A quanto pare anche Silvia Avallone (lei sì, davvero biellese), prima di ottenere il successo con Acciaio, è passata dalla stessa biblioteca. Se non altro la cosa è di buon auspicio.

Il discorso del relatore parte forse un po’ troppo da lontano, ma, devo ammettere, alla fine arriva, e ottiene l’attenzione del pubblico. Dellara ci legge qualche pezzo tratto da Valneve e alla fine parlo anche io, impacciato com’era ovvio che fosse in mezzo a tutta quella gente. Ci sarà tempo, si spera, per imparare…

E finalmente posso tirare un po’ il fiato. Questo primo giro di presentazioni è andato, e direi che è andato nel migliore dei modi. Adesso mi aspetta un po’ di riposo. Almeno credo.
Ma forse no…

Leave a Comment more...

Benvenuti a Valneve

by Marco on mar.13, 2011, under Valneve e dintorni


Prima di scrivere il resoconto della serata di Biella, ho deciso di postare un nuovo pezzo dello spettacolo di Sora. Si tratta del prologo, scritto insieme ad Attilio Facchini, e recitato dallo stesso Attilio e da Anna Villa.
Il prologo, tra l’altro, è stato in seguito riproposto da Luigi Bruno Cristiano durante la presentazione di Milano, e il suo testo è stato pubblicato da Ilaria Guidantoni sul suo blog.

Se vi va di vederlo recitato, eccolo:

Benvenuti a Valneve recitato da Attilio e Anna on Vimeo.

1 Comment more...

Prossima fermata: Biella

by Marco on mar.07, 2011, under Valneve e dintorni


Copertina di ValneveUltima fermata (ma sarà poi vero?), prima della mini tournée siciliana di questa estate.

Valneve torna a Biella, la città che gli ha dato i natali: già, perché è nella graziosa cittadina piemontese che sono stati scritti tutti gli otto racconti. E allora mica si poteva saltare questa tappa.

Se vi va di venirmi a trovare, l’appuntamento è per giovedì 10 marzo alle 18.00, presso la biblioteca comunale di via Pietro Micca 36.

Insieme a me saranno presenti Marco Conti, giornalista, scrittore e insegnante di scrittura creativa, e Gianni Dellara, attore della compagnia teatrale A.R.S. Teatrando di Biella.

Come sempre, vi aspetto numerosi.

La scheda del libro sul catalogo Perronelab >>
Per acquistarlo su IBS >>

Leave a Comment more...

Presentazione al New deal: quattro chiacchiere fra birre e stuzzichini

by Marco on mar.06, 2011, under Valneve e dintorni


Anche la data di Milano è passata. E che volete che vi dica: quasi quasi finisce che a questa storia delle presentazioni mi ci abituo. Il fatto è che anche questa, al pari di quella di Sora, è stata proprio una serata da incorniciare.

Tanto per cominciare c’erano un sacco di amici tra il pubblico, ed è stato molto bello vederli tutti lì, insieme, nonostante la pioggerellina che era caduta in città per tutta la giornata.

Ma veniamo al dunque: i primi ad accogliermi (con una birra, ovviamente) sono stati Mirko Floria (vincitore del Subway 2009 e grande raziatore di tartine e stuzzichini) e Luigi Bruno Cristiano, lettore per l’occasione, ma anche ottimo scrittore e compagno d’avventura con Scripta volant.
Dopo è stata la volta degli amici di Edizione XII e La Tela Nera, e qui devo ringraziare Gabriele, Daniele, Fabrizio, Valentina e l’immancabile Alessio.
E a seguire, vecchie e nuove conoscenze che pian piano hanno riempito la piccola sala messa a disposizione dai proprietari del New deal.
Ultimo arrivato: Pietro. Ma visto che è a lui che dovevo la serata, ho lasciato correre.

E va bene, questo, direte, è bello… Ma la presentazione?

A quella ci ha pensato Ilaria Guidantoni, ottima giornalista e scrittrice (presentava a sua volta, due giorni prima, il suo Prima che sia buio), che da vera padrona di casa ha preso il timone della serata incalzandomi di domande pertinenti e interessanti, e, quasi come in una seduta di psicanalisi, mi ha costretto a parlare e tirare fuori tante di quelle cose che davvero non pensavo. A volte perfino scovando dei dettagli su Valneve a cui neanche io avevo fatto caso. Be’, signori, quando una conosce il suo mestiere… A proposito!, se volete leggere l’intervista che ha fatto da scheletro a questa, date un’occhiata al suo blog Il chiasmo delle idee.
Infine, ad aprire e chiudere l’intervista, la voce di Luigi ci ha fatto ascoltare il prologo dello spettacolo di Sora (scritto insieme ad Attilio Facchini) e un frammento di Aria.

E poi? Poi spumante, brindisi, sorrisi, e le mie impacciatissime dediche.
E adesso, la testa è già alla prossima presentazione.

Arrivederci…

Leave a Comment more...

Valneve sbarca a Milano

by Marco on feb.22, 2011, under Valneve e dintorni


Copertina di ValneveDopo l’evento di Sora, Valneve con tutti i suoi personaggi sbarcherà a Milano.

Giovedì 3 marzo alle 18.30, al bar New Deal in via corridoni 41, a pochi minuti dalla centralissima San Babila, a presentare Valneve, ci sarà, insieme a me, la giornalista e scrittrice Ilaria Guidantoni.

Sarà un’occasione per parlare un po’ del libro, rivedere alcuni amici, e perché no?, farci un aperitivo insieme.

Al termine avrò inoltre il piacere di offrire un brindisi ai presenti.

La scheda del libro sul catalogo Perronelab >>
Per acquistarlo su IBS >>

Leave a Comment more...

Valneve recitato da Attilio Facchini e Roberto Stasolla

by Marco on feb.17, 2011, under Valneve e dintorni


Valneve recitato da Attilio e Roberto on Vimeo.

Ecco un estratto dello spettacolo di sabato. Si tratta dell’interpretazione del racconto Valneve, che dà il titolo alla raccolta.

Buona visione.

3 Comments more...

La notte in cui i gatti recitarono a Sora

by Marco on feb.13, 2011, under Valneve e dintorni


Locandina spettacolo Universitas

C’è voluto un po’, ma eccomi, rimaterializzato nella realtà, dopo il sabato trascorso a Valneve. Qualcuno a dire il vero giura di avermi visto a Sora, ma io l’atmosfera di Valneve ce l’ho ancora troppo fresca per potermi persuadere di essere stato da un’altra parte.

Però, chi lo sa le cose che possono succedere a Valneve? Potrebbe essere perfino che in seguito a una frattura dello spazio-tempo, l’intero paese, Alpi comprese, si sia momentaneamente spostato a Sora. Ecco, deve essere stato così che mi sono ritrovato contemporaneamente in entrambi i posti.

Capita così che uno strano gatto dalla voce suadente e armoniosa abbia dato spettacolo parlando davanti a un’intera platea, e che io in seguito abbia dovuto spiegare agli increduli spettatori dove sia ubicata solitamente Valneve. Cose dell’altro mondo, altro che extraterrestri.

Capita inoltre di imbattersi in persone fantastiche, estranei per lo più, che per una giornata hanno accolto Valneve e i suoi personaggi, trattandoli come se fossero stati a Sora da sempre. E così li ho visti trattenere il fiato davanti a Michela e Dario, e sorridere di fronte al ragazzo che flirta con la giovane aliena dal sedere tondo tondo.

Insomma, un sabato di quelli che difficilmente si scordano. Per il quale non posso far altro che ringraziare Attilio (nonostante la sua giacca pestilenziale), Anna (carramba che sorpresa), Roberto, che per una sera ha accettato di farsi possedere dal gatto di cui si parlava sopra, e Gianpaolo, fondamentale con la sua pianola. Ma anche Massimo, con quelle cose appetitose che ci ha fatto mangiare e di cui già mi sono scordato il nome, Antonella, Rita (coraggio, ora sappiamo tutt quant’è dura stare vicini alla giacca di Attilio) e Sofia, la più brava di tutti a indovinare le domande. Sì, sì, le domande, mica le risposte, ché a Valneve gira tutto al contrario. E poi tutto il pubblico, calorosissimo e curioso.

Va be’, ma ora basta con i sentamentalismi, eh… E poi chi lo sa, magari l’avventura ricomincia. Che a Valneve, sai mai cosa può accadere.

2 Comments more...

UvaSpina presenta Valneve

by Marco on feb.08, 2011, under Valneve e dintorni


E adesso, anche Valneve ha il suo primo evento. Quella che doveva essere una semplice presentazione (anzi due), grazie alla partecipazione della compagnia teatrale UvaSpina, e alle idee di Attilio Facchini, è diventata un piccolo spettacolo teatrale. Di seguito il programma:

“Tu credi che sia vera la leggenda? Pensi davvero che i gatti siano svaniti per far compagnia alle anime dei partigiani fucilati in piazza?”

UvaSpina
presenta

V A L N E V E
di Marco Caudullo

Suggestioni, musiche, parole attraverso le pagine e i racconti di “Valneve”, edito da GiulioPerroneEditore.

con
Anna Villa
Attilio Facchini
Roberto Stasolla

musiche di
Gianpaolo Venditti

SABATO 12 FEBBRAIO 2011
Ore 17.30, presso la Libreria Universitas (Sora, via S. Tommaso D’Aquino, 3/d)
Ore 20.30 presso Bibliotè Libreria Guida (Sora, via Lucio Gallo)

INGRESSO GRATUITO con buffet

“Lentiggini.
Una scia simile alla via lattea sul viso.
A forza di guardare questa estranea allo specchio, la trovo quasi bella ormai; non di una bellezza da copertina, certo.
Chissà se mi somiglia davvero.
Chissà se l’immagine riflessa, quella della ragazza che si specchia, e quella impressa nella mia mente, sono le stesse.
E mi domando ancora se l’immagine che ogni altra persona ha di me coincida con una di esse,
o se ogni osservatore generi una Michela diversa.
Se così fosse, sarebbe come se ognuno di noi avesse non uno ma decine di volti,
come se.”

(Valneve, “Valneve” di Marco Caudullo)

1 Comment more...

Stazione di Valneve…

by Marco on feb.07, 2011, under Valneve e dintorni


Copertina di ValneveEccoci finalmente giunti a Valneve. Il treno ha tardato un po’ ad arrivare, ma ne valeva la pena.

Valneve, dicevamo, infine è diventata libro, una raccolta di racconti per essere esatti. Otto storie sospese tra il noir e il fantastico, sullo sfondo delle Alpi piemontesi.

Ma Valneve dov’è di preciso? Esiste, non esiste…
Valneve c’è da qualche parte, è un posto al confine tra la montagna e la pianura. Tra le vette cariche di pioggia e la nebbia della bassa. Valneve è il rifugio delle ombre.

Titolo: Valneve
Autore: Marco Caudullo
Pagine: 134
Formato: 13×20
Isbn: 978-88-6316-213-4
Prezzo: 13 euro

La scheda del libro sul catalogo Perronelab >>
Per acquistarlo su IBS >>

3 Comments more...