Presentazione al New deal: quattro chiacchiere fra birre e stuzzichini

by Marco on mar.06, 2011, under Valneve e dintorni


Anche la data di Milano è passata. E che volete che vi dica: quasi quasi finisce che a questa storia delle presentazioni mi ci abituo. Il fatto è che anche questa, al pari di quella di Sora, è stata proprio una serata da incorniciare.

Tanto per cominciare c’erano un sacco di amici tra il pubblico, ed è stato molto bello vederli tutti lì, insieme, nonostante la pioggerellina che era caduta in città per tutta la giornata.

Ma veniamo al dunque: i primi ad accogliermi (con una birra, ovviamente) sono stati Mirko Floria (vincitore del Subway 2009 e grande raziatore di tartine e stuzzichini) e Luigi Bruno Cristiano, lettore per l’occasione, ma anche ottimo scrittore e compagno d’avventura con Scripta volant.
Dopo è stata la volta degli amici di Edizione XII e La Tela Nera, e qui devo ringraziare Gabriele, Daniele, Fabrizio, Valentina e l’immancabile Alessio.
E a seguire, vecchie e nuove conoscenze che pian piano hanno riempito la piccola sala messa a disposizione dai proprietari del New deal.
Ultimo arrivato: Pietro. Ma visto che è a lui che dovevo la serata, ho lasciato correre.

E va bene, questo, direte, è bello… Ma la presentazione?

A quella ci ha pensato Ilaria Guidantoni, ottima giornalista e scrittrice (presentava a sua volta, due giorni prima, il suo Prima che sia buio), che da vera padrona di casa ha preso il timone della serata incalzandomi di domande pertinenti e interessanti, e, quasi come in una seduta di psicanalisi, mi ha costretto a parlare e tirare fuori tante di quelle cose che davvero non pensavo. A volte perfino scovando dei dettagli su Valneve a cui neanche io avevo fatto caso. Be’, signori, quando una conosce il suo mestiere… A proposito!, se volete leggere l’intervista che ha fatto da scheletro a questa, date un’occhiata al suo blog Il chiasmo delle idee.
Infine, ad aprire e chiudere l’intervista, la voce di Luigi ci ha fatto ascoltare il prologo dello spettacolo di Sora (scritto insieme ad Attilio Facchini) e un frammento di Aria.

E poi? Poi spumante, brindisi, sorrisi, e le mie impacciatissime dediche.
E adesso, la testa è già alla prossima presentazione.

Arrivederci…

:, , , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.